Abbuffate e dieta postfestività

I buoni propositi alimentari del dopo feste…

da domani verdura e acqua!!! ma è difficile mantenere questo proposito perchè più si mangia e più si mangerebbe, soprattutto cose dolci. Se non sapete come fronteggiare da soli lo smaltimento dei kg presi, vi posso aiutare io con consigli  generali, ma soprattutto personalizzati, perchè ognuno dimagrisce alla sua maniera!!!

Mi potete contattare su mailto:gabriellafrancesconi@gmail.com

7 CONSIGLI PER UNA DIETA POST NATALIZIA:

• togliere il barattolo dello zucchero e il sacchetto della farina bianca 00 dalla dispensa, il primo si può sostituire con sciroppo di agave o con la Stevia, la seconda con farine integrali o semintegrali di cereali vari, (farro, riso, avena, grano saraceno, mais, miglio, sorgo). Basterebbe limitare o evitare il consumo di zuccheri semplici raffinati e farine bianche (00) che stimolano a mangiare sempre di più e contrastano l’effetto dell’ormone della sazietà.
• mangiare zuppe e minestre calde anche in quantità, composte di cereali integrali e legumi. I piatti completi o unici danno sazietà e un buon equilibrio dei nutrienti.
Alcuni consigli: zuppa di avena e cardo o carciofi, minestra di cavolo nero, fagioli cannellini, pane abbrustolito e strofinato con aglio o zenzero, minestra di quinoa e lenticchie, minestra di riso integrale e fave, pasta di avena e ceci…..

Minestra di Quinoa e piselli novelli

Nella foto: Minestra di quinoa e piselli 
• Accompagnare i piatti a base di carboidrati come pasta, pane e derivati con proteine per limitare i picchi glicemici.
• Verdura fresca come antipasto e contorno a pranzo e cena, danno sazietà e un patrimonio enzimatico straordinario. Raccomando in particolare il cardo e il cavolo nero per le proprietà depurative del primo e quelle protettive del secondo che oltre alla famosa zuppa toscana, si può gustare a crudo come pesto per condire pasta o tartine.
• Frutta e verdura estratta sotto forma di succhi freschi, aromatizzati con zenzero e curcuma, arricchiti con acidi grassi polinsaturi contenuti ad esempio negli oli  di lino o canapa, potenziati dal succo d’erba d’orzo…..
• Frutta secca e oleosa al posto dei dolci e delle torte. Se vi sono rimasti panettone e pandoro tagliateli a fettine e poneteli nel surgelatore, possono servire come base per dolci di ricotta e yogurt senza bisogno di aggiungere zucchero. Lasciarli in dispensa restano una tentazione alla quale magari si rinuncia una volta, la seconda potrebbe essere ”fatale”, anche in questo caso però non bisogna disperare perché si può rimediare……vedi capitolo seguente!
• Bere: acqua in purezza, tisane, tè, karkadè, camomilla, rooibos, acqua limone e zenzero. Bere, oltre a reidratare permette di eliminare le tossine alimentari e quelle accumulate nel grasso bianco che si liberano quando si dimagrisce.  Fare attenzione al grasso addominale, il più ostinato da smaltire, esso crea un vero e proprio organo se non mettiamo un freno al suo dilagare.
L’importante è non rimandare, bisogna agire al più presto altrimenti……

Per consigli su “misura” potete contattarmi

qui….gabriellafrancesconi@gmail.com

 

 

Lascia un commento