Alimentazione-funzionale-nutraceutica-cuore

Ci sono alimenti o associazione di questi che sono definiti “funzionali”, vediamo insieme di cosa si tratta!

Gli alimenti funzionali, o alicamenti, sono alimenti, freschi o trasformati, naturalmente ricchi di molecole con proprietà benefiche e protettive per l’organismo, importanti nella pratica nutrizionale perché, se inseriti in un regime alimentare equilibrato, svolgono un’azione preventiva sulla salute.

Il termine è stato coniato in Giappone negli anni ’80. Nell’Unione Europea manca una legislazione specifica su questa categoria di alimenti e sulla loro etichettatura.

Sono state individuate due categorie di alimenti funzionali:

  1. Tipo A: alimenti che migliorano una specifica funzione fisiologica al di là del loro specifico ruolo nella crescita corporea e nello sviluppo. Questo tipo di alimenti non hanno funzioni in relazione a malattie o stati patologici.
  2. Tipo B: alimenti che riducono il rischio di una malattia. Un esempio può essere il tè verde, per il suo contenuto in catechine che potenzia le difese antiossidanti, le patate al selenio, il sale iodato, il latte con omega 3, gli yogurt arricchiti ecc.

Al di là dei regolamenti legislativi e delle distinzioni, ci sono varietà di frutta e verdura che “curano” e/o coadiuvano il buon funzionamento di un organo o sistema.

L’antico uso empirico, ma oggi anche la sperimentazione scientifica, ne confermano la validità.

Troverete qui sotto man mano i vari cibi funzionati selezionati per le loro proprietà benefiche

 

Se pensi che questo argomento possa essere di interesse per i tuoi amici e colleghi, condividilo su...

Lascia un commento