Ricette di pasta gluten free (quinoa, lenticchie, riso integrale, mais bianco)

La pasta e la sua innovazione

La pasta di solo grano duro ha ceduto spazio a quella a base di farine diverse: legumi, cereali minori o simil cereali, mix di cereali e/osemi oleosi, farine a basso contenuto di carboidrati, integrate con erbe selvatiche e/o aromatiche, spezie, cioccolato, alghe, ecc.

Ce n’è per tutti i gusti, e per tutte quelle persone che hanno problemi nell’assunzione di paste a base di cereali che contengono glutine.

Anche i condimenti si sono dovuti adeguare a questi sapori nuovi; certo un ragù alla bolognese o alla napoletana fa buona ogni pasta, ma spesso ne copre il sapore, ed essendo queste nuove paste dal sapore e aroma particolare, bisogna porre attenzione a non prevaricarlo, anzi secondo il mio parere bisogna assecondarlo ed esaltarlo.

Per questo occorre cuocere la pasta e mangiarla prima in purezza, dopo di chè si può preparare il condimento più giusto.

Di seguito le ricette di alcune paste speciali pastificate dal Pastificio La Romagnola Bio di S.Biagio di Argenta (Fe)https://www.la-romagnola.it/

Maccheroni di mais bianco al sugo di “Rosa di Verona”

 

 

 

Cosa serve: pasta di mais bianco, radicchio “Rosa di Verona”, scalogno, sedano costa, passata di pomodoro, crescenza freschissima, oppure panna vegetale di cocco, mandorle, olio Evo e sale rosa.

Come si fa: fare un trito a velo di scalogno e sedano, soffriggere e stufare in modo che siano ben cotti, aggiungere le foglie senza nervatura del radicchio, avendo cura di strapparlo con le mani e non di tritarlo, poichè sprigionerebbe un aroma e sapore troppo amaro.

Mescolare per insaporire, aggiungere un pò di passata e cuocere alcuni minuti.

A fine cottura mantecare il sugo con crescenza, oppure panna vegetale di cocco.

Condire la pasta adagiata su foglie di radicchio e mandorle, spolverizzare con una grattugiata di mandorle.

Penne di riso integrale al condimento di sedano rapa

Cosa serve: 

penne di riso integrale Bioin, sedano rapa, carote, zucca tipo delica, fiori di calendula, olio Evo, sale aromatico.

Come si fa: 

fare un soffritto col sedano rapa, la zucca e le carote tritate finemente, aggiungere un pò di acqua di cottura della pasta e regolare di sale.

Condire le penne con il “ragù vegetale” e qualche scaglia di ricotta salata o parmigiano.

Per decorare spargere petali di calendula e/o erbe aromatiche come ad esempio il timo limoncino.

 

Penne di riso integrale al pesto di cavolo nero e olio alla calendula

 

Cosa serve per l’oleolita di calendula:

100 ml olio di girasole, una manciata di petali di calendula

come si fa: 

spetalare la calendula, in un recipiente di coccio contundere delicatamente i petali, aggiungere l’olio e lasciar macerare per almeno 12 ore, coprire e conservare in luogo buio.

 

 

 

 

 

 

 

Cosa serve per fare il pesto di cavolo nero: una manciata di foglie di cavolo nero tenere, patate rosse o viola, maggiorana, santoreggia montana, timo limoncino, prezzemolo, parmigiano, o farina di mandorle o ancardi, olio alla calendula, sale dolce di Cervia.

Come si fa: tagliare a quadrettini le patate, aggiungere tanta acqua che servirà anche per la cottura delle penne, salare e a metà cottura delle patate (bastano 5 minuti), aggiungere le penne.

Intanto frullare in un mixer: il parmigiano, il cavolo, le erbe aromatiche, il sale e infine l’olio di calendula compreso i petali.

Condire le penne di riso Bio-in alle patate con il pesto e decorare con petali freschi.

 

 

Ritorti di lenticchie rosse al pesto di sedano e pistacchi

Cosa serve: ritorti di lenticchie rosse Bioin, sedano cuore, pistacchi, mandorle, foglie di alloro e sedano, olio di girasole spremuto a freddo, sale di Cervia.

Come si fa: fare un pesto con cuore di sedano e alcune foglie, mandorle, olio di girasole, sale.

Cuocere i ritorti in acqua aromatizzata con foglie di alloro e sedano.

Condire la pasta col pesto allungato leggermente con un pò di acqua di cottura.

Spargere pistacchi al naturale e per i palati più arditi una grattugiata di daikon (radice bianca).

Fusilli di quinoa e riso al condimento di bietola e ceci

Cosa serve: fusilli di quinoa e riso Bioin, bietole a costa larga, ceci lessati, passata di pomodoro, parmigiano, latte di mandorle, noce moscata, aglio, olio Evo e sale aromatico.

Come si fa: tagliare a quadrettini solo le coste delle bietole e stufare in olio, aglio e poca acqua.

Aggiungere la passata di pomodoro e i ceci.

Regolare la sapidità con sale aromatico e a fine cottura spargere parmigiano.

Lessare a vapore le foglie, aromatizzare con noce moscata e insaporire con parmigiano; frullare con latte di mandorle fino a farne una verde purea.

Disporre la purea, i fusilli e infine il sugo di coste e ceci.

Nb: i condimenti messi a strati permettono, mentre si assaggia il piatto, di variare il sapore e l’aroma, consiglio spesso di condire la pasta in questo modo.

.

 

Lascia un commento